E.P.-EMILIANO PALMIERI

EMILIANO PALMIERI


Processo creativo
Inizia da una suggestione, spesso scaturita da una frase, un immagine, da un pensiero.
La scrittura
E' un momento molto personale,  dove senza filtro e spesso in modo anche sconclusionato le note e le parole fuoriescono di getto senza un senso logico apparente, fino a che una frase genera una sensazione chiara nella testa e ti viene voglia di ascoltarla e seguire quell'intuizione per capire dove ti porterà.
La realizzazione
Le idee spesso non sono sufficienti a esplecare cosa un artista vorrebbe esprimere in modo chiaro a tutti, serve dare una forma definita all'opera, il talento creativo lascia spazio al talento manuale, avere un bagaglio ricco di informazione è fondamentale, conoscere nel dettaglio gli strumenti che si utilizzano è necessario per esaltarne l'espressione sia in fase di scrittura sia in fase di esecuzione.
Realizzare un giusto bilanciamento tra i suoni le note e le frequenze è indispensabile cosi che ogni cosa abbia il suo spazio e la sua importanza.

TEATRO.


Nel 2019.
con il titolo "Sweeney Todd" cura l'adattamento italiano del celebre musical scritto nel 1980 da Stephen Sondheim. regia Claudio Insegno



Nel 2018.
con il titolo "Kinky Boots" cura l'adattamento italiano del pluripremiato musical di Broadway scritto da Cyndi Lauper, aggiudicandosi gli Award 2019 come miglior adattamento italiano. regia Claudio Insegno.



Nel 2013.
con il titolo "Buon compleanno Charlot" è ospite nel festival Internazionale "Mi.To.", compone un concerto per orchestra in omaggio all'anniversario dei 100 anni dalla nascita del celebre personaggio di Charlie Chaplin "Charlot". il concerto è stato eseguito in location importanti come "Il castello sforzesco" a Milano, al "Museo del Violino" di Cremona, al "Conservatorio Giuseppe Verdi" di Milano, Al Teatro "Piccolo" di Milano



Nel 2012.
con il titolo "Peter Pan"in scena nel prestigioso Teatro dell'opera di Firenza all'interno del Festival internazionale del "Maggio Musicale Fiorentino". ètoile non residente in scena Alessandro Riga, testi Anna Muscionico, coreografie Francesco Ventriglia.



Nel 2011.
con il titolo "La fabbrica del cioccolato" in scena nel prestigioso Teatro dell'opera di Firenza all'interno del Festival internazionale del "Maggio Musicale Fiorentino". ètoile non residente in scena Alessandro Riga, testi Anna Muscionico, coreografie Francesco Ventriglia.



Nel 2010.
con il titolo "Pinocchio" in scena nel prestigioso Teatro dell'opera di Firenza all'interno del Festival internazionale del "Maggio Musicale Fiorentino". ètoile non residente in scena Alessandro Riga, testi Anna Muscionico, coreografie Francesco Ventriglia.




Nel 2009.
con il titolo "Zakharova Supergame" debutta al Teatro Bolshoi di Mosca, con l'ètoile Svetlana Zakharova, e Andrei Merkuriev. coregrafia Francesco Ventriglia. Primo compositore italiano dopo 150 anni a debuttare al Teatro Bolshoi con un opera originale.


 

Nel 2008.
con il titolo "Normale anche la follia merita i suoi applausi" debutta nella suggestiva location ex manicomio di Pergine all'interno del festival "La città che sogna" coreografie Francesco Ventriglia con gli allievi della scala di Milano.



 
con il titolo "Emergency" è ospite all'evento internazionale di beneficenza "A Step for Africa" organizzato da "Emergency" un passo a due con interprete l'ètoile Lucina Savignano, coregrafia Francesco Ventriglia.


 
Nel 2007.
con il titolo "Il mare in catene" in concorso alla 52ª Biennale di Venezia di danza contemporanea , coreografie Francesco Ventriglia.